ITALIA BELLA

I MILLE VOLTI DEL PANE

C’è chi dice che l’Italia sia il Paese di produzione e consumo delle 3 P: Pane, Pasta e Pizza.

Oltre alla pasta di cui esistono più di 200 varietà, la panificazione gioca un ruolo fondamentale nell’economia nazionale italiana.

Dagli ultimi dati si stima che in Italia le circa 12mila imprese artigiane producano complessivamente circa 3 milioni di tonnellate di pane all’anno. A questo bisogna aggiungere le pizze (in Italia ne vengono sfornate 900 milioni all’anno), piadine, focaccerie e laboratori di produzione di cibo di strada legati proprio alla panificazione.

Come i dialetti, anche la panificazione ha una sua geografia ben definita.

Al nord, nella zona dell’arco alpino, si usa di solito farine di grani misto e altri cereali minori.

Al centro Italia, prevale invece l’uso di farine di grano tenero anche se nell’entroterra, si trovano delle eccezioni. Per esempio, lungo l’Appennino si lascia farine mischiate a patate e castagne e vari condimenti.

Il grano duro e’ -infine- usato soprattutto al Sud, dove si produce un pane generalmente condito con olio extravergine di oliva oppure col lardo.

Sebbene il pane sia strettamente legato all’identità del territorio italiano, furono gli egiziani a dare vita alla sua produzione.

Mentre infatti i Romani ancora mangiavano una amalgama a base di acqua e farina, gli Egizi usavano la c.d. "lievitaizone naturale".

Per caso gli egizi avevano scoperto che aggiungendo un po ‘dell’impasto del giorno prima all’impasto di granella macinata e acqua, si ottengono pani tondi, lievitati e profumati.

E’ dunque grazie ai vicini Egizi, che oggi in Italia si contano 250 tipi di pane, con altrettante 1000 varianti. A queste devono essere aggiunte 150 tipi fra focacce, pizze, pitte, calzoni.

Ed e’ proprio l’eccellenza dell’artigianilita’ ed inventiva italiana, che il Bel Paese vanta il piu’ alto numero di panificati con marchio europeo.

Basti pensare, solo per citarne alcuni, al Pane di Altamura, oppure al laziale pane Casareccio di Genzano fino alla famosissima e duttile Piadina Romagnola.

LEGGI LA RIVISTA PER INTERO

Main Menu